I girasoli, il cui nome generico è Helianthus, son delle piante annuali dalle quali, nel periodo estivo, fioriscono dei bellissimi fiori gialli. Il termine Helianthus deriva dal greco, nel quale “helios” sta per sole e “anthos” sta per fiore. L’insieme di questi due nomi, infatti, fa riferimento alla tendenza, propria di questo fiore, a seguire con la propria corolla l’andamento del sole, comportamento che prende il nome di eliotropismo.

L’olio di semi di girasole usato in cucina ha ormai sostituito in molte ricette il più costoso olio di oliva e soprattutto il burro. Molti però sottovalutano quelle che sono le sue proprietà nutritive e salubri.

L’olio ricavato dai semi del fiore infatti è ricco di vitamina E, potente antiossidante indispensabile per il sistema immunitario, vitamine del gruppo B ed è inoltre ricco di acidi insaturi.

Se utilizzato in cosmesi poi, l’olio di semi del girasole può essere impiegato come antirughe, per prevenire l’acne, prevenire smagliature e per la cura dei capelli.

La pianta si presenta con un fusto che raggiunge mediamente l’altezza di 2 metri, anche se può arrivare fino a 4 metri. Il fiore, invece, ha una corolla stretta e lanceolata, che gli conferisce la tipica forma che ricorda, per l’appunto, i raggi del sole.

Questo tipo di fiore, inoltre, necessita di pochissime cure, ragione per la quale anche i più inesperti, grazie a dei piccoli accorgimenti, possono cimentarsi nella loro coltivazione ottenendo degli ottimi risultati. In questo articolo, dunque, vi illustreremo come piantare i bulbi da girasole, così che anche coloro che non hanno mai pensato di avere il pollice verde, possano ottenere degli ottimi risultati.

I consigli per piantare i bulbi da girasole

La prima cosa da sapere prima di piantare i bulbi da girasole, è che questi vanno coltivati nella stagione primaverile. La fioritura, infatti, si sviluppa in estate e bisogna piantare i bulbi da girasole in primavera per permettere un radicamento adeguato. Inoltre, quando questi vengono piantati la temperatura esterna dovrebbe andare dai 18 ai 33 gradi centigradi, malgrado comunque, una volta sbocciato il fiore, la pianta può resistere anche a temperature più basse. Quando il fiore si sarà seccato, sarà possibile cogliere i nuovi semi da piantare nella primavera successiva.

Prima di piantare la vostra pianta di girasole dovrete scegliere quale varietà piantare. Le tipologie disponibili sono veramente numerose, ma dovete tenere a mente l’altezza finale che raggiungerà la pianta. Quindi potrete scegliere, in base alla grandezza del vostro giardino, una tipologia “nana”, che raggiunge al massimo 30 centimetri, piuttosto che una “gigante”, con più di 4 metri d’altezza, a seconda delle vostre esigenze. Inoltre potrete anche scegliere tra i bulbi con fioritura a unico stelo, e tra quelli con maggiori steli e di conseguenza più fiori piccoli.

Dopo che avrete scelto la tipologia di bulbo e avrete individuato il momento preciso in cui piantarlo, potrete procedere come segue. Avvolgete i bulbi in un tovagliolo di carta umido e aspettate che inizino a germogliare (solitamente impiegano all’incirca 48 ore). Dopodiché potrete piantarli.

In alternativa, se volete piantare i bulbi direttamente in terra, considerate che questa operazione è possibile, ma che la pianta inizierà il processo di germinazione dopo 11 giorni.

Una volta piantati i bulbi da girasole, posizionate la pianta in un luogo soleggiato, perché questo rende il processo di crescita molto più veloce. Inoltre, assicuratevi che il terreno sia sufficientemente drenato, e quindi non troppo umido, perché le radici dei girasoli sono molto lunghe e una quantità eccessiva di umidità potrebbe farle marcire.

Un altro accorgimento importante è quello di piantare i bulbi da girasole ad una distanza di almeno 15 centimetri, l’uno dall’altro, e ad una profondità di almeno due centimetri e mezzo. Per incoraggiare la crescita, infine, potrete aggiungere al terreno della terra argillosa.

Ricorda, inoltre, di annaffiare la pianta costantemente perché i girasoli hanno necessità di maggiore acqua rispetto alle altre piante annuali.

Siamo sicuri che, grazie a questi nostri consigli, potrete ottenere anche voi degli splendidi girasoli con i quali abbellire il vostro giardino, e che riuscirete a raggiungere questo risultato senza la necessità di eccessive cure o dedizione.

Olio di Semi di Girasole: sana alternativa al burro. Ecco come e quando piantare i bulbi da girasole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *