Questo portale nasce per mettere in comunicazione (principalmente) persone che soffrono di intolleranza al lattosio e anche persone che soffrono di altre inttoleranze alimentari, condividendo consigli, esperienze, novità e opinioni. L’intolleranza al lattosio colpisce ogni anno migliaia di persone, compresi soggetti che non ne sono affetti dalla nascita ma che diventano intolleranti nel corso della vita adulta. Essere intolleranti non significa avere sviluppato un’allergia verso il lattosio; significa che l’organismo non è in grado di metabolizzare questo particolare zucchero, che di conseguenza provoca una serie di disturbi gastro-intestinali come gonfiore, occasionale diarrea e crampi allo stomaco, che si manifestano dopo l’assunzione di alimenti contenenti lattosio.

L’intolleranza al lattosio è molto più comune di quanto non si pensi, ma non tutti ne sono colpiti con la stessa gravità: mentre alcuni soggetti sviluppano sintomi molto pesanti, incompatibili con l’assunzione dei latticini, altre persone mostrano solo lievi sintomi che possono essere facilmente confusi con altre problematiche. Per alcuni soggetti l’intolleranza al lattosio può divenire veramente invalidante, mettendo a rischio la vita sociale: infatti una grandissima percentuale dei cibi che normalmente consumiamo (anche non latticini) contiene lattosio, perché esso viene utilizzato anche come conservante e come addensante. Diventa molto arduo, per la persona intollerante, scoprire quali cibi lo contengono e quali no: è quindi altissimo il rischio di isolarsi, evitando di uscire con gli amici e di mangiare in locali pubblici per paura di sentirsi improvvisamente male.

Essere messi a contatto con altre persone con lo stesso problema può essere molto utile per gestire i sintomi dell’intolleranza al lattosio e, soprattutto, per sapere che cosa evitare, che cosa mangiare e quali sono i possibili rimedi per questo disturbo. Il portale raccoglie quindi le esperienze e le testimonianze di numerosi utenti accomunati dallo stesso problema, con la speranza di sensibilizzare la gente su questo disturbo che affligge una notevole percentuale della popolazione. C’è anche la possibilità di condividere la propria opinione su numerose tematiche: dalle nuove scoperte riguardo a come si sviluppa questa intolleranza, alle esperienze sui cibi, fino ai nuovi traguardi terapeutici per l’intolleranza al lattosio. Al momento, l’unico modo per ridurre i sintomi è evitare l’assunzione di latticini oppure assumere la lattasi, l’enzima di cui il corpo necessita per metabolizzare il lattosio.

Prevenire l’intolleranza al lattosio non è attualmente possibile, perché non si conoscono i motivi per cui alcuni individui smettono di produrre la lattasi. Dai risultati di alcuni studi, sembra che smettere di assumere latte dopo l’età infantile possa portare a una deficienza dell’enzima che lo metabolizza, ma ancora non vi è nulla di certo. Per questo motivo è importante che i singoli soggetti condividano opinioni, consigli e strategie per tenere sotto controllo l’intolleranza ed evitare il manifestarsi di fastidiosi sintomi. Partecipare attivamente alla vita del portale può aiutare a gestire meglio l’intolleranza e, perché no, a sentirsi meno soli, venendo a contatto con tante altre persone che soffrono dello stesso problema. Ciò che per qualcuno può sembrare inutile o scontato, come un’esperienza sui cibi contenenti il lattosio, per altre persone può invece rivelarsi prezioso.